12 45.4626482 9.0376489 1 1 4000 1 https://fabianagargano.com 300

Piega fai da te: dieci comuni errori

1 Commento

Capita anche a voi di mettercela tutta per farvi una bella piega e ritrovarvi dopo poco con capelli senza forma ne volume?

Magari vi eravate impegnate e armate dei migliori mezzi ed intenzioni, ma niente da fare. Che frustrazione!

Non arrendetevi, sbagliando si impara! Probabilmente avrete commesso uno o più di questi comuni errori di cui i parrucchieri sono invece consapevoli e che evitano accuratamente. Vediamo quali.

Durante il lavaggio

  1. Effettuare uno shampoo nel modo sbagliato. Ad esempio non arrivando a detergere in modo accurato l’intera cute o non risciacquando a sufficienza. Questa non è una buona partenza per la riuscita e la durata della piega. Per le istruzioni su come effettuare uno shampoo come dal parrucchiere potete leggere 10 consigli semplici ed essenziali per fare bene lo shampoo.
  2. Usare detergenti non specifici per il nostro tipo di capello. Anche se potremmo pensare non faccia poi tanta differenza sull’aspetto finale della piega, in realtà non è così. Uno shampoo troppo emolliente su un capello fine e tendente al grasso potrebbe appesantire molto. Al contrario uno shampoo aggressivo tipo antiforfora su capello secco e trattato potrebbe peggiorare la situazione tanto da rendere complicato persino pettinarsi.

Nella scelta dei prodotti

  1. Usare prodotti di scarsa qualità. Quando si acquista qualsiasi prodotto è importante leggere le etichette per capire se le componenti sono buone. Di solito i prodotti per uso professionale garantiscono un migliore risultato ma si possono trovare prodotti di ottima qualità anche al supermercato. Per capire come scegliere un buon detergente troverete utile questo post Leggere le etichette sui prodotti cosmetici. Tutti i consigli!
  2. Usare balsami o maschere condizionanti su capelli molto fini e radi. Questo tipo di capello è senza volume quindi si appesantisce molto facilmente. Meglio optare per un idratante senza risciacquo e leggero come ad esempio uno spray leave in.

Nell’applicazione dei prodotti

  1. Applicare il balsamo fin dalla base del A meno che non si abbiano capelli crespi e ricci tipo afro che necessitano di molta idratazione e nutrimento non è una buona idea. Farebbe apparire la capigliatura unta alla base e informe già durante l’asciugatura.

  1. Esagerare con la quantità di prodotti da applicare.Dallo shampoo alla lozione fissativa come la mousse, all’olio applicato alla fine, se si eccede con la quantità si appesantisce. Il consiglio è tener conto della quantità di capelli che avete e della lunghezza. Le dosi vanno sempre in proporzione. Quindi ogni testa è a sé. Meglio iniziare con poco prodotto e aumentare se necessario. 

Durante l’asciugatura

  1. Lavorare poco o nel modo sbagliato il capello alla base. Ciò che da sostegno alla piega è proprio asciugare i capelli all’attaccatura dando da subito il volume desiderato. Questo implica fare i giusti movimenti. Volete capelli vaporosi e gonfi? Dovrete dare una posizione perpendicolare rispetto alla testa alle ciocche di capelli che andrete ad asciugare. Desiderate lisciare e appiattire?  Dovrete farlo a partire dalla pre-asciugatura col phon andando a “schiacciare” con le mani per ridurre i volumi indesiderati.

Se ci sono “rose” o “vertigini” bisogna cercare di mimetizzarle fin dall’inizio, cioè in questa fase dell’asciugatura. La stessa cosa se i capelli sono molto crespi sul davanti. Non aspettate che si asciughino da soli. Intervenite subito per modificare la forma con la spazzola. Ricordate che una piega scorretta è difficilissima da modificare. Come quando si stira un panno stropicciato: si potrà rimediare ad errori solo inumidendo di nuovo la parte.

  1. Scaldare poco i capelli mentre si usano piastra e phon.Per poter ottenere la piega definitiva il capello deve essere scaldato a sufficienza e tenuto qualche secondo in posizione fino a che si raffredda. Mentre si scalda dovrete lavorare sempre dalla base alle punte. Le ciocche devono apparire lucide e compatte. Fate attenzione a non soffermarvi troppo con il calore in un unico punto per non bruciare i capelli. 

Dopo l’asciugatura

  1. Trascurare l’ultima parte del proprio lavoro ovvero il finish. Farlo sarebbe come dimenticarsi di regolare di sale e pepe una pietanza che abbiamo cucinato: mancherebbe il tocco finale. Allora è importante fissare, lucidare, rifinire, compattare oppure scomporre e spettinare a seconda dell’effetto voluto. I dettagli fanno la differenza. Ci vengono in aiuto lacche, cere, olii, gloss… ogni prodotto da un effetto diverso. Non vi resta che scegliere.
  2. Esporsi all’umidità. A volte non ci pensiamo ma anche gesti quotidiani come stirare o cucinare espongono i capelli al vapore acqueo. Oppure camminare all’aria aperta nella nebbia durante il tragitto casa/lavoro-stazione in inverno o se il tempo è afoso. Le invisibili goccioline gradualmente bagnano la chioma che tende a riprendere la sua piega naturale annullando gli effetti della precedente asciugatura. Potrebbe essere una buona idea proteggere i capelli con un cappello, un cappuccio o un foulard. Tenete conto che il cappello però soffoca un po’ la chioma quindi i capelli tenderanno a sporcarsi più facilmente.

Penso proprio che questi consigli potranno esservi utili. Comunque considerate che se quello della parrucchiera non è il vostro mestiere non è detto che la piega risulterà perfetta. Ma almeno potrete non andare nel panico quando dovrete gestirvi da sole. 😛 Inoltre applicare questi suggerimenti dovrebbe servirvi anche in caso di “piega professionale” così da preservarne la durata.

Un’ultima cosa: se vi sembra che i vostri capelli non abbiano mai l’aspetto e la forma che desiderate e a casa è impossibile gestirli da sole, è probabile necessitino di un buon taglio.

Niente come un taglio adatto alla forma del vostro viso e alla struttura del vostro capello vi farà sentire curate e in ordine e renderà fare la piega un passaggio facile e divertente.

Per dare suggerimenti o chiedere consigli scrivete nella sezione sotto “leave a comment”! Vi aspetto! 🙂

Our Partners

Prossimo

1 Commento

  • Avatar
    26/02/2019 a 00:00

    Hi, this is a comment.
    To get started with moderating, editing, and deleting comments, please visit the Comments screen in the dashboard.
    Commenter avatars come from Gravatar.

    Rispondere

Lascia un Commento