12 45.4626482 9.0376489 1 1 4000 1 https://fabianagargano.com 300

Paura del parrucchiere come affrontarla con successo

0 Commenti

Parrucchiere time: relax o tortura?

Siete mai state terrorizzate all’idea di recarvi dal parrucchiere? Vi fa paura affidare la vostra chioma ad uno sconosciuto? Più che un momento di relax recarvi in salone è paragonabile ad una seduta dal dentista?

Se effettivamente è così e un gatto dal veterinario è più tranquillo di voi quando dovete tagliare i capelli, non preoccupatevi, non siete sole!

Se il problema è di natura emotivo/psicologica

Sono tante le persone che hanno alcune di queste paure. Non immaginavo, ma navigando in internet ho scoperto che esiste persino una vera e propria fobia di tagliare i capelli che si chiama tonsurephobia.

Potrebbe avere origine durante l’infanzia a seguito di un incontro un po’ traumatico col parrucchiere e svilupparsi ancora di più durante l’età adulta.

Oppure l’eccessiva timidezza o qualche forma di ansia sociale possono condizionare molto il modo in cui viviamo questa esperienza.

Io stessa da adolescente sono passata dal farmi tagliare i capelli da papà (che devo dire se la cavava bene) a lavorare in saloni di bellezza in cui dovevo sottopormi più volte a trattamenti sui miei capelli. Non essendo abituata a farmi mettere le mani in testa da “estranei” la cosa mi creava non poca ansia.

Se il timore del parrucchiere è dovuto ad una fobia sociale che influisce in modo significativo su tanti aspetti della vostra vita tanto da essere invalidante o impedirvi di svolgere in modo normale molte attività, vi consiglio di iniziare ad informarvi bene e se necessario chiedere il supporto di uno specialista.

Detto questo vorrei parlare di come gestire invece il timore di non essere capiti dal parrucchiere così comune a tante donne. Non è certo qualcosa di grave ma può impedirci di godere un attimo di relax affidandoci con serenità a mani esperte. Può anche trasformare un momento piacevole in qualcosa di antipatico che si preferirebbe evitare. Infatti anche per questo motivo tante donne sono portate a scegliere il fai da te.

Allora ecco i miei sette consigli per vincere la paura del parrucchiere e godersi il momento “bellezza dei capelli”

Mantenere un atteggiamento positivo

Un atteggiamento positivo permette di affrontare ogni situazione col sorriso e con fiducia, predispone gli altri all‘ascolto e a venirci incontro.

Pensate alla situazione opposta: avete un ospite a cena e questo non si rilassa mai, non sorride, non fa che criticare ogni piatto sulla tavola, farvi mille domande sugli ingredienti e le tecniche che avete usato per cucinarlo.

Per quanto voi possiate essere gentili e corrette la cosa finirebbe per infastidirvi e rendervi ostili nei suoi confronti. La stessa cosa accade se ci poniamo così nei confronti di un esperto.

Potreste trovare carino leggere il test che ho pubblicato in questo post: Come farsi capire dal parrucchiere -Test: che tipo di cliente sono?

2. Avere le idee chiare

Se si ha bene in mente ciò che si vuole si riuscirà a comunicarlo al parrucchiere in modo efficace. Quindi per prima cosa scoprite cosa vi piace!

Questo può sembrare facile ma non è così scontato. Può aiutare cercare spunti, idee e ispirazioni sfogliando riviste, osservando immagini in tv o sul web o nella vita reale per capire meglio i vostri gusti e cosa vi si addice.

3. Esprimersi in modo diretto e specifico

Se come detto prima avremo individuato cosa ci piace e cosa no. La nostra richiesta sarà specifica e non si correrà il rischio di fare confusione.

Ad esempio volete che i capelli siano tagliati quanti centimetri? Volete che vengano usati esclusivamente prodotti a base naturale? Non desiderate traccia di riflessi rossi in testa? Ditelo chiaramente!

4. Servirsi di aiuti visivi

Foto, immagini trovate in internet, cartelle colori possono essere strumenti molto utili per stabilire insieme al parrucchiere quale risultato vorreste ottenere e se è possibile ottenerlo. Quando mostrate un’immagine tenete conto che un risultato identico è impossibile da ottenere. Cercate di isolare cosa vi colpisce di quella pettinatura: la forma, il colore, la lunghezza, il volume, lo stile…e parlatene col professionista.

5. Acquisire conoscenza dei termini tecnici

Sapere ad esempio cos’è un decapaggio, un ristrutturante, cosa significa sfilare i capelli vi farà sentire più preparate e sicure sia nel formulare le richieste sia nell’accettare o rifiutare dei servizi che vi vengono proposti.

6. Avere spirito di osservazione

Tenere gli occhi aperti in ogni situazione che ci riguarda in prima persona è fondamentale oltre che per la buona riuscita del servizio anche per la nostra salute e sicurezza.

Quindi dobbiamo essere in grado di capire se sta succedendo qualcosa di strano, insolito. Ad esempio vi vengono applicati prodotti senza informarvi, vi si fa attendere per lunghi periodi in un angolo del negozio senza dirvi nulla ecc…

Ovvio non sto incoraggiando a vedere un complotto in ogni mossa del parrucchiere ma ad essere informate e attente. 😛

7. Mostrarsi sicure di sé stesse

Volete scalare i capelli senza accorciare la lunghezza? Vi si propone l’acquisto di un prodotto che non vi interessa minimamente o è troppo caro per voi? Non desiderate tingere i capelli?

Non abbiate paura di rendere note le vostre intenzioni. Se dopo aver ascoltato proposte alternative continuate ad essere della stessa opinione, attenetevi alla vostra decisione.

Sono sicura che questi semplici ma pratici consigli potranno aiutarvi. 😉

La mia idea per i prossimi post è quella di chiarire il più possibile il significato di alcuni termini usati in salone per definire prodotti o servizi.

Infatti è vero che queste informazioni con un certo sforzo sono reperibili in giro ma presto le potrete trovare tutte insieme qui nel mio blog. Sarete quindi agevolate nel poter consultare all’occorrenza le info che vi interessano senza fare troppe ricerche.

Vorrei anche darvi la possibilità di informarvi esattamente su quello che vi serve offrendovi un supporto gratuito e una consulenza personalizzata.

Sarò sempre disponibile per consigli sui social e nella sezione commenti. Vi aspetto!

Our Partners

Precedente

0 Commenti

Lascia un Commento